Belli, buoni, sani e di qualità:
unanime il giudizio della Giuria di BioCaseus

Definita la lista dei formaggi “vincitori” della 7° edizione della manifestazione di riferimento a livello internazionale per il formaggio biologico. Le premiazioni alla fiera Biofach di Norimberga

Clicca per ingrandire le immagini
Vincitori   -  Winners  2017
BioCaseus 2017: un successo oltre le previsioni!
BIOCASEUS 2017 il Concorso internazionale dei formaggi di Agricoltura Biologica è stato organizzato dal
Consorzio Ecosviluppo Sardegna in collaborazione con Veneto Agricoltura, IFOAM, Onaf, SOIL Association
(Regno Unito), BioForum Vlaanderen (Belgium), Ecovalia - Asociaciòn Valor Ecològico (Spain) e col supporto di ICEA -
Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale.
Un evento nato nel 1999 per promuovere la qualità dei formaggi bio che quest’anno ha visto la partecipazione
di 174 formaggi provenienti da 9 Paesi Europei.
I formaggi sono stati giudicati da una giuria internazionale coordinata dal Responsabile del Laboratorio di
Analisi Sensoriale dell’Istituto per la Qualità e le Tecnologie Agroalimentari di Veneto Agricoltura, composta da
57 esperti, provenienti dall’ ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio), dai Consorzi di Tutela di
formaggi DOP, buyer di prodotti caseari della distribuzione organizzata italiana e straniera.
51 i formaggi premiati, suddivisi in 19 categorie, secondo il tipo di latte, il tempo di stagionatura ed il metodo di
fabbricazione. La classifica generale è visibile nel sito www.biocaseus.eu.
Ogni formaggio è stato valutato da almeno 7 giudici in base alle caratteristiche di odore, sapore-aroma,
struttura, aspetto della forma, colore, occhiatura e consistenza. La scheda adottata per le valutazioni attribuiva il
60% del valore agli aspetti più propriamente organolettici, quali l’odore, il sapore-aroma e la struttura della
pasta, il 30% alle caratteristiche estetiche della buccia e della pasta ed il 10% alla consistenza della pasta.
Unanime il giudizio positivo per l’alta qualità dei formaggi in concorso, giudicati secondo standard oggettivi e
senza pregiudizi (meglio brutti e bio che belli e convenzionali) che hanno meritato una media di 82,4 punti su
100 a riprova del fatto che i formaggi biologici sono molto buoni e possono, meglio di altri, interpretare la
tipicità e la cultura dei luoghi  e delle genti che li hanno generati.
La premiazione dei vincitori avverrà giovedì 16 febbraio alle ore 10,00 al BioFach di Norimberga presso lo
stand ICEA, fronte area IFOAM, nel padiglione 1 stand 351 dove, per tutta la durata della fiera, i formaggi
vincitori saranno disponibili per degustazioni guidate.